16 aprile 2012

L'arte dell'interpretazione

7 commenti:

  1. Per un momento pensavo che il Mellino dovesse inventare una macchina che producesse il vortice...e invece si trattava solo del 'facilissimo' compito di interprete di storyboard...ah beh...!
    PS: passa dalle mie parti, forse anche la Ucci ha qualcosa da dirmi :-) Grazie

    RispondiElimina
  2. Roberta, spero che la Ucci non legga il tuo commento perché è capace di far fare al Mellino anche il vortice!

    RispondiElimina
  3. Credo che un interorete di storyboard servirebbe anche a me per decifrare gli sgorbi che faccio nei fogli delle sceneggiature e che poi, a distanza di tempo, non riesco a decifrare!

    RispondiElimina
  4. Albo, ti presto il Mellino se vuoi! :-)

    RispondiElimina
  5. Moerandia, in effetti la Numero Uno è un po' che non si vede... :-)

    RispondiElimina
  6. Moerandia e Riccardo, la Numero Uno è sempre in agguato e non si può mai star tranquilli... ma per ora è ancora la Ucci stessa che si fa auto-sabotaggio con le sue idee del cavolo :-P

    RispondiElimina