24 ottobre 2012

Dal pelapatate al pattino



Clicca sulla striscia per vederla più grande.

18 commenti:

  1. mmm... piuttosto moderno come mezzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barbaposticcia era avanti per i tempi ;-)

      Elimina
  2. La Vichyssoise col topo è una delizia per tutti i pirati... Oltre che una notevole citazione! Ti offro una tazza di Grog, scoliamocela prima che corroda la tazza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorbirò volentieri la bevanda con l'aiuto di una cannuccia sbirula ;-)

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Ha pure il motoscafo? È da stimare, quel pirata (e io lo stimo)! Per ciurma, avrà avuto degli esserini fatti partendo dalla terra bagnata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esserini portati in vita grazie a della potentissima magia voodoo!

      Elimina
  5. Ma com'è che fin da piccolo aveva la barba?? Problemi ormonali??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché aveva in sé il gene della temibilità piratesca il cui primo effetto fenotipico è quello di far crescere una barba foltissima fin dalla più tenera età!

      Elimina
  6. Ahahhaha sempre ottima... brava!

    Grazie mille per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
  7. Sapeva cucinare pure uno strano arrosto dotato di coda prensile? :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, e anche una torta di carote con sorpresa ;-)

      Elimina
  8. Se non la smetti con le citazioni da Monkey Island temò che sarò costretto a chiedere la mano a una scimmia che suona il piano a tempo di banana-metronomo :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emi, in una storia piratesca sono quasi doverose :-D

      Elimina
  9. Ma Barbaposticcia era amico di Mario il Bagnino?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah, dici che il pedalò era preso solo in prestito? ;-)

      Elimina